Viaggio di gruppo in Islanda, ecco il racconto

Prendi 20 sconosciuti, mettili su 4 auto e mandali in giro per le strade dell’Islanda. Ecco che nasce un’indimenticabile avventura!

Il primo viaggio di gruppo, che ho organizzato tramite questo sito e la mia pagina Facebook, è stato un vero successo. L’Islanda non delude mai le aspettative ma, quando hai anche la fortuna di beccare il clima perfetto ed intense aurore boreali, ecco che il tutto assume quasi le sfumature del sogno.

Le cose non erano iniziate per il meglio: molti con qualche acciacco influenzale, io senza un filo di voce e, come se non bastasse, un’allerta meteo nel corso dei primi due giorni, con bufere di neve e venti molto forti.

Dopo averci mostrato il suo volto più crudo, però, l’Islanda decide di farci una meravigliosa sorpresa. I cieli ben presto si schiariscono e ci mostrano gli splendidi colori dei ghiacciai, i campi di lava ricoperti dal muschio ed un po’ di neve e timide aurore boreali che, pian piano, si intensificano fino a raggiungere l’apice nel corso della nostra ultima sera.

Già, perchè proprio l’ultima sera si verifica qualcosa di inaspettato. Siamo tutti immersi nella Blue Lagoon, la piscina d’acqua calda che si trova a circa un’ora da Reykjavík. Sono da poco trascorse le 21, ci rilassiamo dopo aver guidato per 1500 km in totale. Quella sera è prevista un’aurora con intensità 7 su 9, non c’è una nuvola e tutti, in acqua, con lo sguardo verso l’alto, aspettano l’inizio dello show. Ad un tratto il cielo esplode di colori: verde, bianco e addirittura viola. Impossibile trovare aggettivi adatti per descrivere lo spettacolo di quella sera. L’Islanda ci aveva fatto il suo regalo più bello.

Ecco il breve video che racconta questa intensa avventura.

Fabio Liggeri
Scritto da Fabio Liggeri