Avventura tra i nomadi della Mongolia (23 luglio – 2 agosto 2019)

Un’avventura che vi farà assaporare la vita dei nomadi mongoli nella sua autenticità, muovendoci dai paesaggi desertici alle infinite steppe che si perdono a vista d’occhio.

Premessa
La Mongolia è uno dei paesi più incredibili e autentici che io abbia mai visitato. Nel 2015 sono arrivato da queste parti in treno, a metà del mio lungo viaggio attraverso la ferrovia Transiberiana prima e Transmongolica poi. Non è un paese semplice: i trasferimenti sono lunghi e le infrastrutture carenti, ma questo è proprio il fascino della Mongolia. La casa tipica dei nomadi mongoli è la Ger, una tenda dentro cui la vita scorre lentamente. Nel mio itinerario ho cercato di includere diversi tipi di strutture per garantire l’autenticità dell’esperienza e, allo stesso tempo, un minimo di comfort. Staremo spesso a contatto con le famiglie locali per scoprire la loro vita quotidiana (dalla preparazione dei pranzi e delle cene, alla mungitura delle mucche fino alla gestione del bestiame). Alterneremo però queste sistemazioni più spartane con campi turistici, in modo da poter usufruire a giorni alterni di docce e servizi igenici (nei campi tendati delle famiglie nomadi non ci sono bagni all’interno delle tende, ma si trovano spesso in strutture esterne o, in alcuni casi, all’aria aperta; le docce sono i fiumi che scorrono accanto alle tende e non sempre ci sono prese elettriche per ricaricare il proprio telefono). I veicoli con cui ci sposteremo (guidati da esperte guide locali) sono i famosi van UAZ452, i più utilizzati in Mongolia, appositamente progettati per lunghi percorsi su pista e terreni accidentati. Rispetto ai classici fuoristrada giapponesi hanno un livello di comfort inferiore, ma la loro robustezza e la facilità di manutenzione li rende di gran lunga i veicoli migliori per un viaggio in Mongolia. Se non avete un minimo spirito di adattamento, se controllare le notifiche del cellulare è più importante che vivere un’esperienza autentica, chiudete pure questa pagina: il viaggio non fa per voi.


PROGRAMMA DETTAGLIATO

Giorno 1 – Partenza dall’Italia con volo di linea per Ulaanbaatar
Pasti e pernottamento a bordo

Giorno 2 – Arrivo al primo mattino – Trasferimento a Tsaagan Survaga – Visita della regione
Arrivo a Ulaanbaatar nel primo mattino, accoglienza in aeroporto e trasferimento in direzione del Gobi Centrale per raggiungere Tsaagan Survaga, chiamato anche “Stupa bianco”, l’incredibile canyon risultato di millenni di erosioni che lo hanno modellato rendendolo uno dei luoghi più suggestivi del grande deserto del Gobi: particolari formazioni geologiche che a seconda degli orari del giorno si colorano di differenti tonalità. Pranzo in corso di trasferimento. Nel pomeriggio, arrivati presso la regione, si visiterà l’impressionante canyon da diverse prospettive. Cena e pernottamento al campo.
Trasferimento: 460 km (circa 6/7 ore) – Asfalto 90%, pista per raggiungere il campo
Pernottamento: Tsaagan Survaga, Campo Ger Turistico (pranzo e cena incluse)

Giorno 3 – La Valle dello Yol
Dopo la prima colazione al campo si proseguirà il trasferimento verso sudovest per raggiungere la Valle di Yol, famosa in quanto è l’unico posto al mondo dove, nonostante l’ecosistema desertico, è possibile trovare ghiacciai perenni a cielo aperto. La prima sosta sarà presso un piccolo museo locale dove è possibile avere una panoramica sulle specie animali presenti nella regione oltre che una piccola collezione di uova di dinosauro fossili ritrovate nelle vicinanze. A seguire si effettuerà un’escursione (totale circa 6 km) per raggiungere la parte più profonda e remota della valle, fino a raggiungere il canyon che, nonostante l’inesorabile cambiamento climatico, mostra ancora i resti di un antichissimo ghiacciaio. Al termine
si raggiungeranno nuovamente i veicoli per raggiungere il campo di Ger per la notte. Cena e pernottamento al campo.
Trasferimento: 240 km (circa 6/7 ore) – Asfalto 70%, pista per raggiungere il campo
Pernottamento: Valle dello Yol, Campo Ger Guesthouse (colazione, pranzo e cena incluse)

Giorno 4 – Le Dune di Sabbia di Khongor
Dopo la prima colazione al campo, la giornata sarà dedicata alla scoperta di quello che nell’immaginario collettivo è considerato uno dei simboli della Mongolia (nonostante la parte sabbiosa del Gobi occupi una superficie piccolissima se confrontata con l’enorme distesa desertica rocciosa del Gobi): le affascinanti Dune di Khongor, chiamate dai locali “le dune che cantano” per i suoni prodotti dal vento che muove la sabbia. Arrivati nella regione delle dune si effettuerà un’escursione a dorso dei bellissimi Cammelli Battariani per raggiungere la cima di una delle dune dalla quale si ammira un bellissimo colpo d’occhio sul deserto e sulla grande valle adiacente che con il suo verde contrasta con l’ocra della sabbia. Al termine si raggiungerà il campo di Ger e il resto della giornata sarà a disposizione per rilassarsi di fronte agli sconfinati spazi del Gobi.
Trasferimento: 220 km (circa 3/4 ore) – Pista
Pernottamento: Khongor, Campo Ger Guesthouse (colazione, pranzo e cena incluse)

Giorno 5 – Il Canyon di Bayanzang (Flaming Cliff)
Dopo la prima colazione al campo, si lasceranno le dune sabbiose per raggiungere Bayabzag, l’altro famoso grande canyon chiamato anche Flaming Cliff per via delle sue rocce che con le differenti luci del giorno assumono colorazioni accese, dal color sabbia fino a numerose tonalità di rosso e rosa. Dopo una breve escursione per ammirare il canyon dall’alto, sistemazione al campo e resto del pomeriggio libero per un po’ di relax. Cena e pernottamento nel campo Ger.
Trasferimento: 230 km (circa 5/6 ore) – Pista
Pernottamento: Bayanzag, Campo Ger Turistico (colazione, pranzo e cena incluse)


Giorno 6 – Il Monastero di Ongi
Dopo la colazione al campo, si abbandoneranno le zone desertiche meridionali per raggiungere la regione centrale del paese ed il famoso Monastero di Ongi (in realtà i monasteri originariamente erano due, lungo le sponde contrapposte dell’Ongi river), nei secoli scorsi uno dei più famosi del paese, punto di riferimento per il Buddismo Mongolo che però è stato quasi totalmente distrutto durante le drammatiche persecuzioni sovietiche a cavallo degli anni ’30 del secolo scorso che miravano ad annientare la profonda religiosità buddista dei nomadi. Negli ultimi anni la comunità buddista ha ricostruito un piccolo monastero nuovamente attivo e si stanno valutando operazioni di recupero del sito archeologico. Il sito è reso ancora più suggestivo dai racconti della guida basati su antiche leggende che descrivono la presenza dei fantasmi dei monaci e degli abitanti locali uccisi durante le persecuzioni. Al termine della visita sistemazione al campo Ger per la cena e il pernottamento.
Trasferimento: 270 km (circa 4/5 ore) – Pista
Pernottamento: Ongi, Campo Ger Guesthouse (colazione, pranzo e cena incluse)

Giorno 7 – Karakhorum – L’antica capitale
Dopo colazione, proseguiremo in direzione nord per raggiungere Karakhorum, l’antica capitale del regno mongolo di Gengis Khan. Durante la giornata si visiterà l’interessante museo dove è possibile vedere un plastico rappresentante lo splendore dell’antica città e del grande monastero di Erdene Zu. Grazie alla guida locale approfondiremo la storia e le tradizioni di uno dei più grandi e potenti imperi della storia dell’umanità e visiteremo il monastero di Erdene Zu, ricostruito più volte nei secoli. Cena e pernottamento nel campo Ger.
Trasferimento: 300 km (circa 5/6 ore) – Il trasferimento dal Monastero di Ongi a Karakhorum ha due possibili percorsi, uno in larga parte asfaltato (circa il 50%) ma più lungo e l’altro interamente su pista ma più breve. La scelta di quale percorso sarà decisa dalla guida locale a seconda delle condizionidelle strade/piste e in funzione delle condizioni del gruppo.
Pernottamento: Karakhorum, Campo Ger Turistico (colazione, pranzo e cena incluse)

Giorno 8 – Le dune di sabbia di Elsen Tasarkai
Dopo la prima colazione, si lascerà l’antica capitale per raggiungere Elsen Tasarkai, con i suoi bellissimi paesaggi caratterizzati da dune sabbiose bordate da numerose oasi che si estendono per circa 80 km. All’arrivo, sistemazione presso la famiglia nomade che ci ospiterà per la notte e resto della giornata a disposizione per scoprire la regione. E’ anche possibile effettuare un’escursione a dorso dei cammelli battimani sulle dune (escursione facoltativa da richiedere in loco alla famiglia nomade, non inclusa nella quota, da pagarsi in loco). Cena e pernottamento presso il piccolo campo di Ger gestito dalla famiglia.
Trasferimento: 80 km (circa 1 ora e mezza) – Asfalto 95%, pista per raggiungere il parco
Pernottamento: Elsen Tasarkai, Campo Ger Famiglia Nomade (colazione, pranzo e cena incluse) 

Giorno 9 – Il Parco Nazionale di Hustai
Proseguimento del viaggio in direzione nord-est per raggiungere l’interessante parco di Hustai, famoso per essere un perfetto esempio della grande natura selvaggia Mongola e per la presenza di numerose specie animali tra cui gli ultimi esemplari in libertà dei piccoli cavalli selvaggi Tacchi. All’arrivo, presso gli uffici del parco, si effettuerà un breve briefing prima di un’escursione nel tentativo di osservare questi magnifici animali in libertà. Sistemazione presso una famiglia nomade.
Trasferimento: 180 km (circa 2/3 ore) – Asfalto 80%, pista per raggiungere il parco
Pernottamento: Parco Nazionale di Hustai, Campo Ger Famiglia Nomade (colazione, pranzo e cena incluse) 

Giorno 10 – Ulaanbaatar
Dopo la prima colazione campo, trasferimento verso l’attuale capitale Ulaanbaatar. All’arrivo visiteremo la National Gallery e faremo un giro panoramico del centro città. Pranzo in un ristorante tradizionale e resto del pomeriggio a disposizione per una passeggiata in autonomia nella città, un po’ di shopping e per la cena libera.
Trasferimento: 100 km (circa 2 ore) – Asfalto 80%, pista per uscire dal parco
Pernottamento: Ulaanbaatar, Ichmon Hotel o similare (colazione e pranzo inclusi)

Giorno 11 – Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia – Arrivo in giornata
Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.

PREZZO: 2290 € + tasse aeroportuali
(399 € da riconfermare 30 giorni prima della partenza)

PARTENZA GARANTITA, CHIUSURA ISCRIZIONI A BREVE

  • Voli intercontinentali per e da Ulaanbaatar come da operativo indicato o similare
  • Trasferimenti da e per gli aeroporti in Mongolia
  • Pernottamenti nelle tipologie di campi indicate con trattamento di pensione completa a partire dal pranzo del giorno di arrivo fino alla cena del giorno 10 – I campi prevedono la sistemazione in Ger (le tipiche tende nomadi) con 4/6 persone per ogni tenda. Le sistemazioni doppie o singole non sono solitamente consentite nei campi durante i mesi di Luglio e Agosto per ottimizzare le scarse sistemazioni al numero
    di visitatori.
  • Tutti i trasferimenti indicati nel programma con veicoli fuoristrada russi tipo UAZ452 con autista e carburante incluso
  • Permessi d’ingresso nei parchi/monumenti/siti e musei come indicato nel programma dettagliato
  • Guida parlante inglese (1 guida per il gruppo)
  • Tutte le attività descritte nel programma
  • Assicurazione sanitaria e bagaglio
  • Coordinatore dall’Italia
  • Mance e spese personali
  • Pasti non indicati nell’itinerario (solo la cena a Ulaanbaatar l’ultimo giorno non è inclusa)
  • Le bevande ai pasti
  • Escursioni facoltative e quanto non espressamente menzionato alla voce “La quota include”
  • Sarò io in persona ad accompagnarvi. Non si tratterà della solita vacanza organizzata ma di una vera e propria avventura: saremo prima di tutto degli amici che ogni giorno vivranno esperienze indimenticabili
  • Ho attraversato tutta la Mongolia nel corso del mio viaggio attraverso la ferrovia Transiberiana e Transmongolica nel 2015 ed ho avuto modo di innamorarmi della sua autenticità. Tantissime persone sono già partite con me, nei miei gruppi, in diverse parti del mondo, qui puoi leggere le loro recensioni
  • Vuoi farti un’idea di come sarà il viaggio? Guarda i video che ho realizzato sugli scorsi viaggi di gruppo nel mio canale YouTube
  • Con chi viaggerai? La maggior parte dei partecipanti ai miei gruppi sono viaggiatori e viaggiatrici singole di età compresa tra i 18 e i 40 anni. Qualche mese prima della partenza creerò una chat di gruppo su Facebook o su Whatsapp in cui ci conosceremo ed in cui invierò tutti i suggerimenti e le info relative al viaggio

Per richieste o maggiori informazioni: mongoliaviaggioergosum@ibst.it

Gli itinerari sono stati studiati da Fabio Liggeri (Viaggio Ergo Sum) secondo la propria filosofia di viaggio, nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale. Il viaggio è gestito da VIA – Viaggi in Avventura Srl, P. IVA 09229241006, autorizzazione attività Tour Operator e Agenzia di Viaggio n. 4146/09 rilasciata dalla Provincia di Roma. Polizza Responsabilità Civile: Allianz Spa n. 112367608. Polizza Copertura Contro il Rischio Insolvenza ai sensi di quanto previsto dall’art. 50 del D. Lgs. N. 79/2011: CBL Insurance Europe Limited – Polizza N. IT/MGA/FFI/00738/2018