Myanmar Experience (16-28 novembre 2018)

Per molto tempo isolata, da pochi anni la Birmania si è aperta al mondo e mostra ancora il suo aspetto più autentico e genuino. E’ una terra da esplorare subito, prima che che lo sviluppo e il turismo irresponsabile la cambino per sempre.

Bagan

Giorno 1
Partenza da Roma con volo di linea per Yangon via Bangkok

Giorno 2 – Arrivo a Yangon, visita della città
Arrivo all’aeroporto internazionale di Yangon e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio, visita della città: il grande Buddha reclinato (Chaukhtatgy), lungo 70 metri, custodito in un grande capannone a forma di pagoda e l’imponente pagoda Shwedagon, il simbolo del paese, interamente ricoperta d’oro che si visiterà al tramonto. La leggenda descrive che, alla morte del Buddha nel 486 a.c., le sue reliquie furono suddivise in otto parti, per custodire le quali furono costruiti otto grandi stupa; la Shwedagon Pagoda è la più venerata perché, come dice il nome con cui spesso è citata, “La pagoda dei sacri capelli vivi” contiene otto capelli donati dal Buddha durante la sua vita terrena. Buona parte della sua importanza è anche dovuta all’enorme cono dorato di quasi 100 m. d’altezza visibile da tutta la città, coperto da 2 tonnellate d’oro e ricoperto da migliaia di pietre preziose sul cono sommitale. Al termine, trasferimento in hotel per la cena libera: consigliato un ottimo ristorantino locale situato nel centro della città dove servono  i migliori noodle birmani.
Pernottamento: Yangon – Hotel 2-3*/Pensioni locali

Yangon

 Giorno 3 – A piedi nella Yangon coloniale – Nel pomeriggio, partenza verso Kalaw con bus notturno
Presto al mattino, dopo la prima colazione in hotel, si effettuerà un giro a piedi nel centro di Yangon, con i sui edifici coloniali, le sue tante pagode, i templi e i coloratissimi mercati. Durante la passeggiata si visiterà anche la Sule Paya, la pagoda dal tetto dorato che segna il punto nodale della città. Nel pomeriggio, trasferimento verso la stazione dei bus, situata a circa due ore di auto dal centro. In serata partenza con bus notturno alla volta di Kalaw, nello stato Shan. Il percorso dura tutta la notte con alcune divertenti soste presso gli “autogrill” locali, luoghi pieni di vita per un primo colpo d’occhio sugli stili di vita del paese.
Pernottamento: Bus Notturno Yangon / Kalaw (Colazione inclusa)

Giorno 4 – Arrivo a Kalaw – Trekking verso il Lago Inle
Arrivo alla stazione dei bus di Kalaw molto presto al mattino e trasferimento in hotel per la colazione. A seguire si raggiungerà il punto di partenza del trekking che, attraverso i tipici paesaggi collinari birmani permetterà di raggiungere il piccolo villaggio di Htee Thein dove si passerà la notte. Il percorso si snoda attraverso le campagne rurali e diversi villaggi abitati dalle etnie Taung Yo, Danu e Pao. Il monastero e le case del villaggio offrono una sistemazione per la notte essenziale (con materassini da campeggio e bagni in comune) ma l’esperienza incredibile, l’atmosfera e la calorosa accoglienza degli abitanti del villaggio ripaga ampiamente la sistemazione spartana. In totale il percorso prevede circa 5 ore di cammino, mai impegnativo, con una sosta per il pranzo che sarà preparato dalla guida locale.
Pernottamento: Htee Thein – Dormitorio in monastero o case locali (Colazione, pranzo e cena inclusi)

Giorno 5 – Proseguimento del trekking fino al Lago Inle – Visita del Misterioso sito di Inthein
Dopo la prima colazione, si riprenderà il cammino che in circa quattro ore permetterà di raggiungere il Lago Inle in uno dei luoghi più affascinanti: il misterioso sito di Inthein, situato lungo un braccio secondario del lago. All’arrivo, si visiterà la grande statua del Buddha custodita in un sacrario in cima ad una collina, circondata da centinaia di antichi stupa, moltissimi dei quali sommersi dalla vegetazione tropicale. Un’area fuori dai classici circuiti turistici, immersa in un’atmosfera di pace e serenità con bellissimi spaccati di vita rurale. A seguire si visiteranno altri villaggi della zona (tra cui Nampan e Impakhone) prima del trasferimento in hotel. Resto del pomeriggio a disposizione e cena libera in uno degli ottimi ristoranti locali che offrono la specialità tipiche Shan.
Pernottamento: Lago Inle – Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa)

Giorno 6 – Alla scoperta del Lago Inle e festival delle Luci di Tazaungdaing
Dopo la prima colazione in hotel, l’intera giornata sarà dedicata alla scoperta del bellissimo lago Inle con un’escursione a bordo di motolance. Si visiteranno il Monastero di Nga Pha Kyaung (un tempo famoso per i gatti addestrati dai monaci), la grande pagoda di Phaung Daw U Kyaung e i tipici villaggi e orti galleggianti costruiti sull’acqua e abitati dagli Intha. Un microcosmo affascinante, dove tutto ruota intorno alle acque del grande lago, reso famoso dai pescatori locali che si muovono su piccole imbarcazioni con il tradizionale metodo di remata con una sola gamba. Nel pomeriggio rientro sulla terraferma per qualche ora a disposizione prima della cena libera. Dopo cena si partirà con bus privato alla volta di Taungyi per assistere alle celebrazioni del famoso Festival delle Luci di Tazaungdaing, una delle ricorrenze più vissute dai birmani, nel plenilunio del mese di Tazaungdaing (secondo il complesso calendario Birmano), che segna la fine ufficiale della stagione delle piogge. I festeggiamenti durano circa una settimana con processioni, danze, musiche, cerimonie religiose e, durante le serate, le famose competizioni di fuochi d’artificio e lanci di mongolfiere illuminate.
Pernottamento: Lago Inle –  Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa)
IMPORTANTE: Visto il grande afflusso di persone al festival è fondamentale seguire le indicazioni della guida locale che accompagnerà il gruppo e, nel caso di particolari situazioni che potrebbero mettere a repentaglio la sicurezza dei partecipanti, il programma potrebbe essere modificato e, in casi estremi, la partecipazione al festival potrebbe essere cancellata.

Giorno 7 – Trasferimento a Mandalay
Dopo la prima colazione, inizio del trasferimento con bus privato verso Mandalay. Il primo tratto attraverserà i verdi paesaggi collinari tipici dello stato Shan per poi entrare nelle tipiche campagne rurali pianeggianti della Birmania centrale. Durante il percorso che durerà l’intera giornata sarà possibile fare alcune soste presso mercati locali o nel caso di eventi particolari come processioni e matrimoni. Arrivo nel pomeriggio. Mandalay è stata l’ultima capitale del regno birmano, prima che l’occupazione britannica ne decretasse la fine mandando in esilio lo sfortunato re Thibaw. Le origini di questa città risalgono al Regno di Mindon il quale, dopo aver ispezionato l’intera area insieme a monaci e astrologi di corte per trovare il luogo più favorevole alle fortune del regno, iniziò la costruzione nel 1857. Fondazione peraltro profetizzata da Buddha Gautama, come testimonia anche una statua sulla sommità della Mandalay Hill. Il resto del pomeriggio sarà a disposizione per una passeggiata nel centro città, per un defaticante massaggio tradizionale birmano e per la cena libera in uno dei tanti ristoranti del centro.
Pernottamento: Mandalay – – Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa)

Giorno 8 – Visita di Mandalay, Amarapura e il famoso ponte di U Bein
Dopo la prima colazione, trasferimento verso Amarapura, antica capitale sulla costa orientale del fiume Irrawaddy, dove si visiterà il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon, che ospita 1000 monaci. Nelle vicinanze del monastero, le acque poco profonde del lago, sono attraversate da un vecchio ponte pedonale tutto in legno di teak chiamato U Bein, lungo 2 km. Ancora oggi è il ponte in teak più lungo del mondo: per la sua costruzione, che richiese due anni, fu usato il legno proveniente da residenze in disuso di Sagaing e Ava. Lungo il ponte è facile incontrare monaci, anziani e giovani coppie, passeggiare in un’atmosfera di grande serenità. Al termine, si attraverserà il fiume per prendere uno dei tipici calessi con i quali si raggiungererà il sito archeologico di Ava, immerso nelle campagne rurali. Nel tardo pomeriggio si salità la collina di Sagaing, un luogo molto frequentato dai locali per la preghiera e la meditazione, dal quale si ammirano bellissimi tramonti sul trafficato fiume Irawaddy. Al termine rientro in città per la cena libera e il pernottamento.
Pernottamento: Mandalay – Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa)

Giorno 9 – Visita di Mingun
Prima colazione. Un’altra affascinante escursione nella regione di Mandalay con la visita di Mingun, antica città sulla riva opposta dell’Irrawaddy. Dopo il breve trasferimento in battello, si visiterà il piccolo villaggio, la gigantesca pagoda rimasta incompiuta, una campana in bronzo di dimensioni colossali e una casa buddhista che ospita gli anziani. Arrivati nell’area è possibile muoversi a piedi o affittare dei tuc-tuc. Nella tarda mattinata rientro in città per il pranzo libero, prima del pomeriggio dedicato alla scoperta di Mandalay: la pagoda Mahamuni con la grande statua ricoperta d’oro del Buddha proveniente da Mrauk-U e il monastero Shwenandaw con le bellissime decorazioni in legno. In serata rientro in hotel per la cena libera e il pernottamento.
Pernottamento: Mandalay – Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa

Giorno 10 – Trasferimento in battello a Bagan
Presto al mattino trasferimento al molo per l’imbarco sul battello che in circa 9 ore di navigazione permetterà di raggiungere Bagan. A bordo ci si potrà rilassare e godere della vista sui traffici lungo il fiume con i battelli, le chiatte e le piccole imbarcazioni dei pescatori. Arrivo a Bagan nel pomeriggio con alcune ore a disposizione per un giro in bicicletta attraverso le campagne rurali, nel cuore di questo impressionante sito archeologico, per ammirare il tramonto dall’alto di una delle pagode più imponenti. Al termine rientro a Bagan per la cena libera e il pernottamento.
Pernottamento: Bagan – Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa)

Giorno 11 – La mistica Bagan
All’alba, chi vorrà, potrà effettuare uno spettacolare volo in mongolfiera sui templi di Bagan (attività opzionale, non inclusa). Dopo la prima colazione in hotel, la giornata sarà dedicata alla visita di quello che per molti è considerato uno dei siti archeologici più affascinanti al mondo: una piana disseminata da migliaia di stupa e pagode che copre una superficie di 40 kmq, lungo un’ansa dell’Ayeyarwady. Capitale dell’impero birmano per oltre due secoli, fu fondata nel 1044 da re Anawrahta, artefice dell’unificazione politica e culturale del Paese. Fu però solo dopo la conquista del regno Mon nel 1057 che Bagan raggiunse l’apice del suo splendore riportando da Thaton le sacre scritture Theravada, evento che diede inizio a una spinta religiosa e creativa che portò alla costruzione di migliaia di templi i cui muri interni erano per la maggior parte decorati da splendidi affreschi. Purtroppo, gran parte degli edifici in legno andarono bruciati durante l’invasione mongola del XIII secolo lasciando comunque inalterati molti degli impressionanti edifici in pietra e mattoni. I monumenti di Bagan si possono raggruppare in due categorie: templi e pagode. I primi sono strutture nelle quali i pellegrini entrano per meditare davanti ai simulacri del Buddha, mentre le seconde sono edifici sacri costruiti per custodire le reliquie del Buddha intorno ai quali i pellegrini girano pregando (in senso orario). Durante la giornata si scopriranno il caratteristico mercato di Nyaung-oo, le pagode e i templi più interessanti della piana: la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania; il tempio in stile indiano Gubyaukgyi, risalente al XII secolo, riccamente decorato da pitture murali rappresentanti la vita del Buddha; Ananda risalente al 1100, costruito con bianche guglie a voler simboleggiare le cime innevate delle montagne Himalayane, che ospita all’interno 4 statue di Buddha in piedi alte 9 metri. Rientro in hotel per un po’ di riposo nelle ore calde della giornata. Nel pomeriggio proseguiremo la visita di Bagan con la visita ad un laboratorio di lacca, famoso prodotto artigianale tipico di Bagan, e altri templi importanti e scenografici. Indimenticabile il tramonto che si potrà ammirare dall’alto di una pagoda. Si vedranno i templi tingersi di varie sfumature, mentre il sole cale ed il silenzio è rotto solo dal rumore del vento attraverso le antiche pietre. La sera si avrà la scelta di vari ristorantini locali molto economici.
Pernottamento: Bagan – Hotel 2-3*/Pensioni locali (Colazione inclusa)

Giorno 12 – Trasferimento in aeroporto e volo per Yangon – In serata volo di rientro
Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto di Bagan e volo per Yangon. Nel pomeriggio un’altro breve giro in città per qualche acquisto, prima del trasferimento in aeroporto in coincidenza con il volo per l’Italia via Bangkok.

Giorno 13 – Arrivo a Roma Fiumicino

PREZZO: 1780 € + tasse

(circa 390 € da riconfermare 30 giorni prima della partenza)

Pochi posti rimasti

Andata
Partenza da Roma Fiumicino il 16/11/18 alle 13:30, arrivo a Bangkok il 17/11/18 alle 6:05
Partenza da Bangkok il 17/11/18 alle 8:00, arrivo a Yangon il 17/11/18 alle 8:45

Ritorno
Partenza da Yangon il 27/11/18 alle 19:50, arrivo a Bangkok il 27/11/18 alle 21:45
Partenza da Bangkok il 28/11/18 alle 0:01, arrivo a Roma Fiumicino il 28/11/18 alle 5:55

Vuoi partire da un altro aeroporto? Inviami una e-mail per chiedere una quotazione

  • Sarò io in persona ad accompagnarvi. Non si tratterà della solita vacanza organizzata: saremo prima di tutto un gruppo di amici che ogni giorno vivrà avventure indimenticabili
  • Centinaia di persone sono già partite con me e sembrano essersi divertite un mondo! Qui puoi leggere le loro recensioni
  • Vuoi farti un’idea di come sarà il viaggio? Guarda il video che ho realizzato sul nostro viaggio in Myanmar lo scorso anno, lo trovi cliccando qui. Occhio però a non spoilerarti troppo l’avventura 🙂
  • Con chi viaggerai? La maggior parte dei partecipanti ai miei gruppi sono viaggiatori e viaggiatrici singole di età compresa tra i 18 e i 40 anni. Qualche mese prima della partenza creerò una chat di gruppo su Facebook o su Whatsapp in cui ci conosceremo ed in cui invierò tutti i suggerimenti e le info relative al viaggio
  • Voli di linea intercontinentali tra Italia e Myanmar, in classe economica, come da operativo indicato o similare
  • Volo nazionale in Myanmar da Bagan a Yangon
  • Trasferimenti da e per gli aeroporti in Myanmar, con accoglienza dello staff locale
  • Trasferimenti con bus di linea da Yangon a Kalaw (bus notturno)
  • Trasferimento con battello di linea da Mandalay a Bagan
  • Trasporti durante il tour con bus privato come indicato nel programma
  • Escursioni in barca come da programma
  • Guida locale parlante italiano per l’intera durata del programma
  • Facchinaggio
  • Pernottamenti in camera doppia in hotel 2-3* e pensioni locali con trattamento di prima colazione e pensione completa durante il trekking (un pranzo e una cena)
  • Tutte le attività descritte nel programma
  • Assicurazione medica e bagaglio
  • Coordinatore italiano per tutta la durata del viaggio
  • Ingressi a monumenti e monasteri come da programma (circa 60 € totali da consegnare alla guida all’arrivo)
  • Pasti e bevande non menzionati nell’itinerario
  • Visto per il Myanmar ottenibile in ambasciata oppure online al costo di circa 50 €
  • Mance
  • Escursioni facoltative e quanto non espressamente menzionato alla voce “La quota include”

Per richieste o maggiori informazioni: birmaniaviaggioergosum@ibst.it

Gli itinerari sono stati studiati da Fabio Liggeri (Viaggio Ergo Sum) secondo la propria filosofia di viaggio, nel rispetto dell’ambiente e della cultura locale. Il viaggio è gestito da VIA – Viaggi in Avventura Srl, P. IVA 09229241006, autorizzazione attività Tour Operator e Agenzia di Viaggio n. 4146/09 rilasciata dalla Provincia di Roma. Polizza Responsabilità Civile: Allianz Spa n. 112367608. Polizza Copertura Contro il Rischio Insolvenza ai sensi di quanto previsto dall’art. 50 del D. Lgs. N. 79/2011: CBL Insurance Europe Limited – Polizza N. IT/MGA/FFI/00738/2018